martedì 13 dicembre 2011

paradosso: un cavaliere senza cavallo, una food blogger senza connessione



































Ebbene sì, la notizia è che non riesco più a connettermi da casa mia. Mi trovo costretta a vagare come un'anima senza pace, di casa in casa, di amici disponibili, gentili...ma non disinteressati: sanno benissimo che per sdebitarmi preparo sempre qualcosa di buono.
Mi dispiace molto non poter seguire tutti voi, food blogger e non, che mi visitate, ma più di una volta settimana non mi è possibile aggiornare o gironzolare tra i vostri blog..mi perdonerete? O sarò definitivamente radiata dalla blogosfera? Già ho difficoltà a sostenere l'astinenza dal web, se poi pure voi mi abbandonate non ce la potrò fare mai!!!
Per farmi perdonare l'assenza vi suggerisco una ricetta che trovo meravigliosa per vari motivi: facilità di esecuzione, capacità consolatoria (leggi: confort food), semplicità degli ingredienti, sicurezza di trovare un riscontro positivo in chi l'assaggia! Allora la proverete?
L'area geografica di provenienza di questa ricetta è il Canton Ticino, dove esistono diverse versioni, quella che vi propongo è la ricetta super collaudata di una persona per me molto speciale. 

Torta di pane di Emilio


1litro di latte
300g di pane raffermo
dai 2 ai 4 cucchiai di cacao in polvere (dipende dai gusti)
130 - 150 g di zucchero
1 uovo
1 limone sia buccia che succo
150g di uvetta
6-7 amaretti (sono quelli che danno lo sprint alla torta)
un bicchierino di grappa (facoltativo)
50g di pinoli
semi di mezzo baccello di vaniglia o una bustina di vanillina
burro per la teglia

Scaldare il latte e versarlo sul pane fatto a pezzetti, aggiungere i semini della vaniglia. Lasciare riposare un po', anche una notte. A questo punto cominciare a schiacciare servendosi o di una forchetta, di uno schiacciapatate o delle semplici mani. Dopo che si è ridotto tutto a pappetta, aggiungere il cacao, gli amaretti sbriciolati, l'uvetta ammollata, la buccia grattugiata e il succo del limone, lo zucchero, e l'uovo con un pizzico di sale. Imburrare una teglia (26 di diametro) versarvi l'impasto e cospargere la superficie con i pinoli. Mettere in forno preriscaldato a 150 °C per 2 ore -2 ore e un quarto. Controllare cottura con lama coltello.
La riuscita della torta dipende dalla cottura a fuoco basso e per un tempo lungo!
Una volta raffreddata cospargete di zucchero a velo!

5 commenti:

  1. porta pazienza, hai provato a chiedere la connessione a Babbo Natale? :D
    non conoscevo questa torta ottima! :P
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. mi sembra un'ottima idea!!! Grazie del suggerimento!
    Elisa

    RispondiElimina
  3. Mi piace davvero questa ricetta!Io adoro le torte di tradizione mitteleuropea...ti seguo! :-)Baciii

    RispondiElimina
  4. Grazie Yrma! Provala e fammi sapere!!
    Un cro saluto!
    Elisa

    RispondiElimina
  5. Ciao, ti volevo fare i miei complimenti per il blog, le ricette e le foto perchè sono bellissime e mi hanno riempito gli occhi.Mi sono unita ai tuoi lettori però per due motivi.Uno è per seguire le tue avventure culinarie e la seconda è perchè sei di Modica....J'adoreeee!

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget