Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

timballo di anelletti vegetariano

Immagino che sarete sazi dopo queste  giornate pasquali, ma tra pochi giorni sarà di nuovo festa, sarà il 25 aprile, festa della liberazione, ricorrenza importantissima per il nostro Paese.
Spesso, io per prima, non si pensa al significato vero di questa festa, alla fine è un giorno di vacanza, un'occasione per andare a fare pic nic (meteo permettendo), ritrovarsi con gli amici e mangiare un po' di più.
Penso che mai, come quest'anno, occorra fare una riflessione in più su questo giorno, sentirlo e viverlo in maniera diversa, tra una costata e un tocco di salsiccia alla griglia, ricordare da cosa il nostro Paese si è liberato, grazie alla volontà e alla forza di tanti uomini e donne che hanno messo a rischio la loro vita, i più fortunati, e chi l'ha persa affinchè oggi si possa vivere in una democrazia. Ecco, la democrazia non è mai scontata, è un valore che va ogni giorno ricordato perché è più fragile di quanto si possa pensare.

Del resto questo è un blog di cucina …

Ultimi post

Ravioli di carciofi al timo e nocciole

crema di ricotta con composta di fragole e vaniglia

tortelli vegani di broccoli alla crema di mandorle

Archichefnight 2019, tra architettura e cibo a Torino

ciambella soffice al limone ai semi di papavero e limoni canditi alla vaniglia

Pesto di asparagi profumato al limone

cake alle nocciole con farina integrale, fiocchi d'avena e cioccolato

riso pilaf con i finocchi: mangiare in bianco dopo le feste

Tortelli di radicchio, noci, ricotta al burro e salvia

torta al cacao ai cachi, senza uova, senza latte, senza burro, profumata alle nocciole e zenzero candito