lunedì 22 ottobre 2012

il mio primo corso di cucina e...arrosto di maiale alla lavanda























In un pomeriggio quasi pigro di questo autunno che porta il profumo di nocciole e cannella di una torta messa in forno, delle canzoni francesi che volteggiano nell'aria di questa casa in campagna, costretta a subire le folate di un vento ostinato e violento,  che sembra portarsi via pure il tetto.
In una condizione di quasi tranquillità (cosa che non accadeva da una vita) ho pensato di rendervi partecipi di alcune cose che ho fatto in questi ultimi mesi…tranquilli, finalmente qualcosa di positivo, non è che posso sempre lagnarmi di tutto!!!
Del lavoro presso la mostra di pittura del maestro Sandro Bracchitta vi avevo già fatto cenno qui, ma non vi avevo ben raccontato di un'altra folle avventura.
A luglio ho tenuto un corso di cucina sull'uso dell'erbe aromatiche (mia vera fissa) e delle spezie su invito dei ragazzi di Bauz. In un giorno di caldo torrido, una twingo verde con un'ammaccatura sul lato sx, arriva carica di piante aromatiche, barattolini, pentole, fidati e prodi utensili per cucina, da cui la sottoscritta non si separa mai, davanti all'ingresso di un grazioso locale di Ragusa alta. Prima Classe è il nome di questo ritrovo, difficile da definire in una categoria precisa: è un luogo in cui a qualsiasi ora puoi mangiare, bere giocare, prendere un tè,  Di quei luoghi in cui vai perché è come sentirsi a casa, in un'atmosfera tranquilla e rilassata. Tenere un corso è stata un'esperienza decisamente divertente anche se si trattava della mia prima volta: ero decisamente nel panico ma poi, una volta che mi sono messa a parlare di ciò che amo, a muovermi tra coltelli, pentole, verdure etc. etc.per magia tutta la tensione è sparita. Gli allievi sono stati bravissimi e soprattutto il 'padrone di casa' Peppe, ha contribuito parecchio a mettermi a mio agio grazie alla sua disponibilità.
Alcune delle ricette proposte le conoscete già in quanto pubblicate, altre invece non erano mai state cucinate/ fotografate per finire sul blog e presto le ritroverete nei prossimi post
Pasta ai pomodorini confit alla vaniglia
Purè di patate e carote allo zenzero
Vellutata di piselli e zucchine con mandolrle e santoreggia
Crumble di pesche al rosmarino

Arrosto di maiale alla lavanda

600 g di filetto di maiale
1 cipolla piccola o 3 scalogni
1 bicchiere abbondante di vino bianco
1/2 bicchiere di latte
1 cucchiaino di maizena
qualche rametto di timo
1 cucchiaino abbondante di fiori di lavanda secchi
olio evo
sale grosso
pepe in grani
qualche mestolo di brodo

Ungere d'olio aiutandosi con un pennello il pezzo di carne. Strofinarlo con il sale e il pepe e rosolare per bene con un po' d'olio in un tegame. Accendete nel frattempo il forno e impostate a 180°C.Terminata l'operazione di rosolatura togliere il maiale e metterlo da parte, al caldo. Nel tegame mettete un po' d'olio, aggiungete i fiori di lavanda, il timo, la cipolla tritata o gli scalogni e sfumate con il vino. Sistemate l'arrosto in una teglia, aggiungete il fondo e mettete in forno. Dopo 15 minuti girate il pezzo di carne e se il fondo risultasse molto asciutto, aggiungete del brodo. Proseguite per altri 20 minuti. La carne dovrebbe risultare cotta quando, praticando con uno stecchino un piccolo foro, il succo che fuoriesce  risulterà trasparente. Avvolgete il pezzo di carne nella carta d'alluminio. Dalla teglia recuperate il fondo, frullatelo con il minipimer, mettetelo in un pentolino e aggiungete il latte in cui avrete sciolto il cucchiaino di maizena. Addensate e mettete in una ciotola.
Prendete l'arrosto che nel frattempo si sarà intiepidito e tagliatelo a fette non troppo sottili che disporrete in un piatto di portata, irrorandolo con un po' del fondo ristretto. 


Queste alcune foto del corso
indovinate chi è
la brava allieva


il maiale




pomodorini alla vaniglia

crumble di pesche






















































Se avete notato ho cambiato il numero che riguarda la mia età nel profilo su a destra già da  15 giorni. Ecco, diciamo che non so se annoverarlo tra le cose positive accadute negli ultimi tempi ma tant'è!! Siccome si tratta di qualcosa di ineluttabile, tanto vale prenderla bene!!!


19 commenti:

  1. Complimenti per il corso e per l'ottimo arrosto: sono curiosissima di leggera la ricetta del Crumble di pesche al rosmarino! Grazie e buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  2. L'arrosto ha un aspetto tenerissimo, originale l'idea della lavanda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara, grazie! mi sa che aspetterò l'estate, con questo freddo postare una ricetta con le pesche mi sembra decisamente fuori luogo :)))))) ne potrei fare una variante con le mele o le pere...mi hai dato una bella idea!!

      Francy, il segreto per un arrosto tenero è dato dal riposo dopo la cottura, più riposa meglio è!! un caro saluto!

      Elimina
  3. 1 ora di cottura...potrei pazientarne anche 24 per un piatto del genere! che fame!complimenti per il corso,ti sei divertita?importante è questo:)

    RispondiElimina
  4. Viva i corsi di cucina!!!! Questa ricetta è buonissima e nuova, aspetto anche le altre!

    RispondiElimina
  5. Se questo è il risultato..evviva i corsi di cucina!!!!
    Bravissima!
    Dana et Dana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tina, mi sono divertita parecchio che se potessi replicherei domani...un bacio!

      Mariangela, sicuramente arriveranno...a presto!

      Dana et dana, grazie!!

      Elimina
  6. Complimenti per il corso e auguri in ritardo per il cambio d'età ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Elisa!Che bello ritrovarti!Che belle le foto e poi sono un'occasione per conoscerci meglio ;-) io adoro i corsi di cucina si conoscono persone così interessanti!!!Ti mando un grande bacio e segno subito questa ricetta, un'altra mia passione sono proprio gli arrosti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Ucci, Grazie per gli auguri!!!

      Laura, mi piacerebbe confrontarci su questo tema, anch'io li amo molto! Beh, mi hanno "rimproverata" di non metterci la faccia nelle cose che scrivo...mi è sembrata un'occasione per calmare "sti curiosi"

      Elimina
  8. Ma che bello! Complimenti :D
    Anche per questo arrosto che mi ispira proprio tanto!
    Un bacino

    RispondiElimina
  9. Per prima cosa AUGURI!!! Anche se in ritardo, sei giovanissima e dalle foto si vede!!!
    Cerchi di nascondere la tua tenera età con la tua bravura in cucina, ma non ci riesci, si vede quanto sei giovane!!! ;)

    Complimenti per le tue iniziative, trovo anche io che si utilizzino pochissimo le erbe aromatiche, rispetto al loro potenziale.

    Questo arrosto vorrei provarlo, mi incuriosisce l'uso della lavanda, che amo poco nei dolci, ma forse con il salato si sposa meglio!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, un bacio anche a te, provalo, è semplice e dà soddisfazione!

      Loredana, grazie!!! comincio ad avere abbastanza capelli bianchi che tradiscono la mia età! Sì, è vero. Adesso ho in mente un progetto proprio sull'uso di queste magnifiche "fatine" che se andrà in porto...beh lo saprete sicuramente!!! Baci

      Elimina
  10. che bello... sai che fai veramente bene a buttarti in queste avventure? piacerebbe tanto anche a te poter provare a fare dei corsi di cucina... ma per ora mi diletto dalla parte dell'allieva! comunque complimenti davvero e anche per la ricetta! un bacino e a presto, sere

    RispondiElimina
  11. uuuuuuuu che bello tenere un corso e che bello avere come riferimnto un luogo cosi dove trovarsi.. davvero complimenti aggiornaci sulle tue avventure che sono curiosa!!! un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena, a me piacerebbe tanto fare l'allieva..ho così tante cose da imparare!! Ma qui dalle mie parti è un po' complicato!! Un bacio grande a te!


      V@le, puoi starne certa, se qualcosa di positivo in questo marasma che è la mia vita prende forma, sicuramente voi tutte sarete le prime a cui lo dirò!!!

      Elimina
  12. Prima di tutto complimenti per il corso di cucina, il tuo arrosto sembra molto buono, tenero e con l'aggiunta di un profumo particolare.
    Anche se in ritardo AUGURI!!!Anche io ho dovuto cambiare l'età nel mio profilo,purtroppo!!!

    RispondiElimina
  13. A me piace tantissimo ma non l'ho mai provato con la lavanda. Da provare!♧❤

    RispondiElimina
  14. Un bacio di buon compleanno, ricordandoti che il numero cambia solo all'anagrafe, quello che abbiamo dentro non cambia mai!
    Un abbraccio per le tue ricette sempre deliziose!
    E un sorriso perchè stiamo facendo la stessa cosa: corsi di cucina!
    Scrivimi !!!
    A presto, Cinzia

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget