giovedì 20 ottobre 2011

pasta al tonno e...limone "of course"




























In un pomeriggio di domenica (leggi: negozi chiusi) di qualche anno fa, all'annuncio che la sera avrei avuto a cena degli amici con ospiti stranieri al seguito e alla rapida constatazione di un frigo desolatamente vuoto nonché di una dispensa altrettanto sconfortante eccezione  fatta per una confezione di tonno rosso di Campisi, di un kg di linguine Garofalo e un vasetto di semi di papavero, mi si accese la lampadina della genio-disperazione e inventai questa pasta veloce, buona, fresca e che stupisce sempre, a patto però che gli ingredienti siano di prima qualità.
Un piatto che racchiude tutto il meglio del Mediterraneo: erbe fresche aromatiche, pesce, limoni, olio e pasta.

Pasta al tonno con limone, timo, maggiorana e semi di papavero
(per 4 persone mangione)
450g di linguine (che siano del tipo ruvidino, ho provato anche con la pasta corta tipo fusillo o mezze maniche  e va bene)
250 g di un buon tonno sott'olio
1 limone grande o 2 piccoli
1 cipolla rossa o di Giarratana (in questo caso una è troppa!!!) l'importante che sia dolce
timo e maggiorana...non lesinate
olio evo
pepe di sichuan (facoltativo)
un po' di semi di papavero (nella foto non ci sono perchè me li sono dimenticati, fanno effetto e arrotondano il gusto)

In una terrina mettete la cipolla affettata sottilmente con la mandolina. Aggiungete del limone affettato sottilmente a coltello (con la mandolina lo sconsiglio, si sfalda), magari non tutto e di quello che resta aggiungete la scorza grattugiata. Unite il tonno un po' sgocciolato, non sminuzzatelo troppo, dividetelo rispettando il senso del trancio. Completate con le erbette aromatiche, il pepe e un giro d'olio. Aspettate che la pasta cuocia, scolatela e riversate nella terrina. Se risulta troppo asciutta aggiungete un po' d'acqua di cottura. Completate con un parsimonioso giro d'olio.
Variante con il tonno fresco, un po' più raffinata: comprate un bel trancio, fatelo a dadi e rosolatelo in un tegame a fuoco vivace, cospargete di sesamo tostato e sale, aggiungete al resto degli ingredienti. In questo caso omettete i semi di papavero!
Andrebbe bene anche per una dieta, una volta a settimana, riducendo la quantità di pasta (70g a persona..sob!), utilizzando in questo caso, il tonno fresco, omettere quasi del tutto l'olio aggiungendo più acqua di cottura per evitare l'effetto mappazza e non esagerare con i semi di sesamo!

3 commenti:

  1. Mmmmh,versione interessante di pasta col tonno, il profumo delle erbe dà di sicuro quel tocco in più...mi piace!

    RispondiElimina
  2. piatto veloce ma con un buon profumo!
    fa la sua figura, io annoto non si sa mai...

    RispondiElimina
  3. Ciao Elisa,e grazie mille di essere passata da me!!Buona la tua pasta e sono d'accordo: il limone dà quel tocco di freschezza che non guasta mai!!

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget