martedì 31 maggio 2016

semplice come la pasta fresca...gnocchetti al pesto di cime di rapa























Non abbiate paura della pasta fresca! Quando si parla di pasta fresca si pensa che sia una cosa complicata e soprattutto lunga da fare. Certo, se bisogna sfamare otto persone e si pensa a un formato come le orecchiette o le busiate che trovate qui, magari comincia a essere davvero impegnativo.
Ma se si è in quattro e si opta per un formato semplice, senza uova, come possono essere gli gnocchetti o cavatelli (così si chiamano dalle mie parti) tutto diventa abbastanza facile. Può essere un'occasione per coinvolgere i propri bambini e divertirsi insieme la domenica mattina.
In abbinamento ho usato un condimento che si prepara assai velocemente cioè un pesto, in questo caso ho usato delle cime di rapa che avevo scottato la sera prima e che ancora si trovano al mercato anche se cominciano a essere rare. Comunque potete fare quello classico al basilico o quello siciliano con i pomodori freschi e secchi, mandorle e basilico (mi accorgo solo adesso che non l'ho mai pubblicato, eppure è uno di quei condimenti che uso spesso e mi risolve le cene o i pranzi improvvisati) da preparare mentre cuoce la pasta.
Negli gnocchetti della foto ho usato farina integrale di semola di grano duro per il 70% e semola di grano duro per il restante per avere un effetto più rustico al gusto. Voi regolatevi come preferite, potete miscelare altre farine ma vi consiglio di mantenere sempre una buona percentuale della semola che dà maggiore struttura alla pasta e rimane così molto al dente.

Gnocchetti integrali al pesto di cime di rapa

210g di farina di semola di grano duro integrale
90g di semola di grano duro
acqua q.b.
sale
un cucchiaio d'olio
 per il pesto
un fascio di cime di rapa
uno spicchio d'aglio
10 pomodori ciliegino secchi + 10 per servire
10 mandorle tostate
30g di ricotta salata
30g di grana padano
la punta di un peperoncino
olio evo

In una spianatoia miscelate le due farine, al centro mettete un po' d'acqua e scioglietevi un cucchiaino scarso di sale. Cominciate a intridere la farina con l'acqua ea aggiungete acqua fino ad ottenere un impasto non troppo duro ma sodo, Lavorate 5 minuti, fate una fossetta e versate l'olio e riprendete a impastare per altri 5/7 minuti. Lasciate riposare avvolto nella pellicola per 30 minuti.
Nel frattempo pulite le cime di rapa, lavatele e portate a ebollizione dell'acqua salata. Sbollentate le cime di rapa. Prendete un tegame e fate scaldate l'olio con l'aglio, il peperoncino e i primi 10 pomodorini secchi. Dopo qualche minuto unite le cime di rapa, conservando l'acqua di cottura che servirà pe cuocere la pasta. Fate andare per circa 10 minuti, spegnete e lasciate raffreddare.
Infarinate la spianatoia, riprendete l'impasto e ricavatene dei pezzi di circa 50g ciascuno, e formate come dei salsicciotti o bastoncini, tagliatene un pezzettino per volta e con l'indice premetelo contro la spianatoia. Altra opzione potrebbe essere quella di usare un rigagnocchi o i rebbi di un forchetta debitamente infarinata, su cui far scivolare, sempre esercitando una certa pressione, il pezzetto di pasta. Ecco a voi il cavatello o lo gnocchetto.
Completate la formatura della pasta, portare a ebollizione l'acqua di cottura delle cime, appena bolle buttatevi la pasta e calcolate una decina di minuti, dipende se vi piace una consistenza più intensa o meno.
Mentre cuoce la pasta mettete nel bicchiere del mixer i formaggi, le mandorle tostate e date un primo giro. Dopo unite le cime di rapa e olio quanto basta.
In una terrina condirete la pasta ormai cotta con il pesto appena preparato e prima di servire completerete con gli altri pomodori secchi che avrete fatto a filetti e fatto rinvenire in in un padellino, con un po' d'olio, in modo da diventare quasi croccanti.





1 commento:

  1. Bravissima a farti gli gnocchetti in casa!!! Complimenti anche il pesto!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget