martedì 22 marzo 2016

Architects Party Award 2016… e non solo cucina








































Dico sempre che avere una sola vita non basta e che farei mille cose e, ad altrettante mi appassionerei. In questa brama di conoscenza l’elemento conduttore, il fil rouge, rimane sempre la bellezza, l’attenzione e la cura necessaria per crearla.
Oltre alla cucina, alla letteratura, all’arte, di cui mi sono occupata anche per lavoro, un altro mio interesse è l’architettura e il design.
Nel mio modo assai scomposto di muovermi, sia geograficamente che virtualmente, mi sono imbattuta nell’edizione 2016 di questa manifestazione assai originale dal nome Architects Party.
Un momento d’incontro che permette alle persone comuni ma appassionate come me di architettura e progettazione, di entrare in un vero studio di professionisti, di curiosare e conoscere direttamente coloro che agiscono in questo mondo dove persone creative e motivate impiegano ore di lavoro davanti a un monitor, al chiuso dei loro studi, per sviluppare progetti che incideranno sull’estetica delle città e del paesaggio.
Un lavoro che per vocazione crea bellezza e, in quanto tale, assume in sé una grande responsabilità. Noi, gente comune, saremo tra i fruitori di tale opere ma saremo anche i primi a giudicarne l’estetica e la funzionalità.
Questa idea che nasce nel 2008 è concepita da TOWANT, un’agenzia che si occupa di organizzazioni di eventi nel settore del design e dell’architettura, sia a livello nazionale che internazionale. Sono sue altre alquanto originali idee come il DesignLeague, torneo di calcio balilla del design italiano che si svolge in occasione del Salone del Mobile; ArchichefNight, gli appuntamenti a tavola dove lo Chef è l'architetto; Beachdesign, il primo torneo di biglie da spiaggia dell'architettura italiana e DJ Ark, i party negli showroom del design dove l'architetto diventa dj.
Architects Party si può annoverare tra queste iniziative insolite e informali che rendono l’universo della progettazione e del design più partecipato e meno distante.
Una particolarità dell’iniziativa è che essa è itinerante
L’edizione 2016 prende il via a Torino poi si sposterà a Milano, Venezia, Firenze Roma, Londra, Amsterdam+Rotterdam.
Da quest’anno è diventata Architects Party Award, infatti i partecipanti potranno votare online, sul sito www.towant.eu, la serata più divertente o che abbia avuto il miglior allestimento o che abbia avuto la musica più coinvolgente.
Gli studi in gara della tappa torinese sono dieci e lavorano sia a livello italiano che internazionale.
Qui di seguito vi lascio il Calendario e gli studi che partecipano
 
ArchitectsParty | TORINO 21/24 MARZO 2016
- Lunedì 21Marzo : BLAArchitettura | Studio Tema


- Martedì 22 Marzo: G*AA - Giaquinto Architetti Associati | Gas Architettura | Studio Ata


- Mercoledì 23 Marzo: +39 Design Management | Maat Architettura | PAT. Design


- Giovedì 24 Marzo: Bipiuesse Architetti - Shape Studio | Frlan+Jansen Architetti
Tutti gli aperitivi ArchitectsParty avranno inizio alle ore 19.00

Per maggiori informazioni e le istruzioni per partecipare le troverete su
www.towant.eu
Tel. 0571/1600686
staff@towant.it



Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget