giovedì 31 gennaio 2013

ancora cibo consolatorio, semplicemente...lasagne al ragù
























Cibo consolatorio perché ne ho davvero bisogno. Se ancora dall'Ospedale Ferrarotto non abbiamo ricevuto nessuna telefonata in merito all'anelato ricovero di mio papà (mi avevano assicurato una telefonata già per lunedì..) in compenso sono vittima di un colpo della strega che mi ha completamente bloccata e quindi spero davvero che non ci chiamino, non potrei affrontare nessun viaggio verso Catania. Per fortuna (si fa per dire...) avevo fatto in tempo a preparare un buon ragù e appena ho potuto riconquistare la postura che si confà  a noi ominidi (per un po' di giorni ho deambulato per casa come uno scimpanzé,  sotto lo sguardo curioso della mia giò) mi sono gratificata con una bella lasagna, naturalmente ho usato delle lasagne secche anche perché mi era impossibile impastare e tirare la sfoglia, mi perdonate, vero???
Che dire di questo fantastico piatto? Esiste qualcuno a cui non piace?
Come noterete io non uso besciamella, non ne amo la consistenza, trovo che prevarica con la sua finta raffinatezza. Per dare morbidezza al piatto uso del semplice latte intero che in maniera discreta fa il suo dovere per poi sparire sotto forma di vapore.
Vi lascio la ricetta del mio ragù, in questo caso è più pomodoroso perché serve a farcire le lasagne. Normalmente per  condire un piatto di pasta  metto la metà della dose di passata o uso direttamente solo del buon concentrato (da noi si usa "u strattu", un concentrato di pomodoro preparato facendo cuocere i pomodori estivi per un'ora circa, poi passati, salati generosamente e messi ad asciugare al sole agostano. Se vi capita di sfidare la calura estiva e fare una passeggiata per i vicoli di un paesino del Sud, nelle ore di pieno sole, vi capiterà di sentire l'odore aspro di pomodoro: seguite la scia e scoprirete presto un bel piatto di ceramica bianco, con dentro una massa rossa scura, poggiato sul parapetto di qualche terrazzo o balcone. Al tramonto non ne troverete più traccia, la brava massaia l'avrà ritirato per evitare che prenda l'umidità della sera).

Lasagne al ragù (per 6 persone o un' elisa affamata e 2 persone)

Per il ragù:
800g di carne tritata magra
2 carote,
1 cipolla
1 costa di sedano
3 foglie di alloro
1/2 bicchiere di vino rosso
650 g di passata di pomodoro e un cucchiaio di "strattu"
olio evo
sale

14 fogli di lasagne secche
300 g di mozzarella o primo sale (o metà dell'uno e metà dell'altro)
100 g di grana grattugiato
1/2 litro di latte intero

In un tegame fate tostare per bene la carne tritata. Quando ha raggiunto un buon grado di colore scuro, bagnatela con il vino e fate evaporare. Mettetela da parte e nello stesso tegame aggiungete un goccio d'olio e preparate il soffritto con la carota, il sedano e la cipolla. Appena le verdure appaiono traslucide, aggiungete la carne e le foglie di alloro, fate andare 5 minuti e quando il tutto si sarà ben amalgamato aggiungete la passata di pomodoro e lo "strattu" stemperato in un po' d'acqua. Coprite a metà con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolcissima per circa tre quarti d'ora, controllate di tanto in tanto che non si asciughi troppo, in tal caso aggiungete dell'acqua calda. Salate, se necessario, a fine cottura.
Trascorso questo tempo, la vostra casa avrà un profumo da pranzo domenicale d'antan e avrete la predisposizione giusta per assemblare le lasagne.
Prendete una teglia rettangolare, ungetela leggermente e cospargete un po' di ragù e qualche cucchiaio di latte. Disponete il primo strato di lasagne(nella mia teglia per ogni strato ce ne vanno 3 e mezza), mettete un'abbondante strato di ragù, le fettine di mozzarella e primo sale, una generosa grattugiata di grana e del latte. Fate così per ogni strato, completate con una generosa quantità di ragù, grana e latte.
Infornate per 20 minuti circa a 220 °C. Se dovessero asciugare troppo in cima, coprite con un foglio d'alluminio.
Non allarmatevi se quando tirerete fuori le lasagne vi sembreranno ancora troppo bagnate. Lasciatele riposare, gustatele tiepide e avranno la giusta umidità.


17 commenti:

  1. cara elisa, tu sai che ho una predilezione per i piatti della tradizione, quindi una variante delle lasagne, senza besciamella, mi piace molto. ma mi piace anche immaginarmi un domani in un viaggio al sud, a passeggio per i paesini, e già sento il profumo di pomodori. ho visitato solo la Puglia del nostro bellissimo sud, e secondo me non è poi così distante dalle mie prossime mete. mi raccomando, riprenditi! e in bocca al lupo per tuo papà! sere PS quando vuoi delle dritte per NY, scrivimi pure! un bacino, sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il viaggio al sud non hai che da dirmelo e sarò ben lieta di accoglierti...!!
      Su NY approfitterò della tua disponibilità
      Un bacio,
      e.

      Elimina
  2. Cara Elisa, complimenti adoro questi piatti e mi piace chi sa consolarsi bene ;-) Mi dispiace per la tua schiena e anche per papà ancora in attesa, spero la situazione si risolva presto. Quanto al tuo fantastico piatto, attraverso un periodo in cui desidererei mangiare esattamente così e sento sopratutto la gola un po' mortificata dal corri corri che mi fa passare la voglia di cucinare, per cui puoi immaginare la mia acquolina in questo momento!Un bacio grande

    RispondiElimina
  3. Ho letto di tuo padre, mi dispiace per i disagi dell'ospedale e chissà perché non mi sorprendono. Un anno fa ho vissuto una storia simile... cambiare ospedale? Io lo farei con una disorganizzazione tale. Comunque spero si risolva tutto per il meglio, e passi anche il dolore alla tua schiena.
    Le lasagne sono uno dei piatti migliori che io conosca, fa subito domenica e festa:-) Un abbraccio, ti sono vicina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Laura, non hai idea di come verrei volentieri da te a prepararti queste lasagne, così ti fermeresti un attimo, giusto il tempo di mangiarne un boccone!!!
      Bacissimi!

      @Marifra, purtroppo non è così semplice. il dolore alla schiena è passato (santa arnica) ma mi è venuto un forte raffreddore...passerà anche questo!
      Grazie e un abbraccio anche a te.

      Elimina
  4. Cara Elisa, il colpo della strega non ci voleva proprio, so che significa, dato che ogni tanto viene a farmi visita. Cerco di combatterlo con il movimento,prima di stare male. Un medico tempo fa, mi disse che è dovuto anche a stress,tensione, contribuisce la salute di tuo papà non ancora risolta per le lungaggini ospedaliere. Guarisci presto ed è giusto gratificarsi ogni tanto con un buon piatto, un dolce, un viaggio, la compagnia di qualcuno/a che ispiri posività (le persone negative non danno serenità e spero che tu le riconosca, per tenerle a distanza). Ben riuscita la foto delle tue lasagne, ottimo piatto che a volte preparo anche a base di verdure. Un buon fine settimana e tanti, tanti auguri di di buona salute a te e al tuo papà. Un abbraccio dalla tua fan

    RispondiElimina
  5. che fame nel vedere questa foto!!! uno dei piatti più buoni al mondo! complimenti, hanno un aspetto golosissimo!
    bello il tuo blog, dopo averlo scoperto casualmente sono venuta a curiosare tra le tue ricette, tutte molto interessanti e appetitose, complimenti!
    passa anche da me se ti va ;)

    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Fan, di positività ne ho bisogno eccome...la cerco sempre, in qualsiasi luogo, la negatività ce l'ho troppo prossima alla mia persona e credimi è dura, perchè ti rende ancora più difficile affrontare situazioni già di per sé faticose come quelle che ho appena raccontato!!!
      La schiena è passata, adesso ho un bel raffreddore...
      un abbraccio anche a te!
      e.

      @Michela, Grazie della visita, sono già passata da te e le tue ricette sono alquanto invitanti!
      Baci!
      e.

      Elimina
    2. Cara Elisa, da quello che leggo e ho letto in precedenza, sembri una ragazza forte e determinata, non riesci proprio a mandare a quel paese questa negatività che è troppo prossima alla tua persona, come tu stessa affermi? Non ho figli, anni fa trasformai una relazione in un matrimonio, per fortuna trovai la forza di separarmi da un uomo che non mi apprezzava e che non mi dava serenità. Credimi ora sto bene senza di lui. Tanti, ma tanti auguri per tutto e che i tuoi sogni si trasformino in realtà.

      Elimina
    3. Carissima, intanto mi scuso di aver risposto solo adesso. Grazie per le tue parole così piene di affetto e soprattutto azzeccate.

      Elimina
  6. Ciao Elisa, perdona il lungo silenzio. Come stai? Che succede al tuo papà? Ho perso gli ultimi numeri salvati Elisa, mi si è rotto il Galaxy a Natale e devo ancora recuperare i dati. Dammi notizie. E la tua capatina a Roma ha sortito qualche effetto? La prossima volta dobbiamo assolutamente vederci. Grazie per queste lasagne di cui avrei bisogno per tirarmi su....comfort food anche per me :)
    Ti abbraccio cara e a presto
    Sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, ti mando via sms il mio numero...diciamo che il periodo è così, così ma non dispero. Nessuna notizia dal fronte romano e comunque vorrei tornare e la prossima volta non scappi!!!
      ti abbraccio tanto
      e.

      Elimina
    2. Ok lo aspetto. Baci. E tu non scapperai a me ;)

      Elimina
  7. Cara Elisa, grazie della tua visita, spero che il tuo colpo di frusta vada meglio (se non fosse così posso darti dei consigli da fisiatra, magari tramite mail) e vadano meglio anche gli altri problemi.
    Per ora queste lasagne sono quello che ci vuole, anche per me. Come rinunciare ad un buon piatto di lasagne; anche i miei figli la preferiscono senza besciamelle.
    Un bacio
    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Rita, la schiena va meglio, grazie! Mi fa piacere di sapere che non sono la sola a non amare la besciamella...
      Un bacio anche a te,
      e.

      Elimina
  8. Il cibo consolatorio in una giornata come questa sarebbe ideale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi non si dice che con il freddo non si brucia di più??? Te ne offro una bella porzione
      e.

      Elimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget