venerdì 24 giugno 2011

non la solita"cucuzza"

Via avevo già parlato di questo tipo di zucca o cucurbitacea quando ho scritto il post sui "tinnirumi". Da noi la chiamano "cucuzza lonca" o "ra 'stati" (estiva) per distinguerla da quella "ro 'mmiernu" (invernale, la zucca). L'aspetto di questa zucca è assai buffo, quella che vedete in foto, qui sotto, è abbastanza regolare, ma a volte si presenta molto più lunga e contorta.
E' una zucca adatta alla cottura in umido, con una base di cipollotto, pomodorini e basilico. Così può essere usata per condire la pasta o come contorno, ma può diventare un piatto sostanzioso se vi si aggiungono due uova per commensale e si strapazzano insieme, magari aggiungendo pezzetti di un formaggio ben strutturato come un ragusano o un pecorino.
Una volta l'ho cucinata al forno come tortino, a strati alternati con cipollotto, pomodorino, menta e formaggio e acciughine completando con del pane raffermo ridotto in bricioloni assieme a delle mandorle. Stavolta vi do la ricetta della pasta, magari in seguito farò questa versione al forno.

Pasta con la cucuzza lonca
una cucuzza, circa 1kg
mezzo cipollotto
pomodori datterini 200gr circa
300 gr di pasta all'uovo corta
basilico
caciocavallo ragusano semistagionato
olio evo
sale

Fate imbiondire in olio evo il cipollotto tagliato non molto sottile. Aggiungete i datterini e qualche foglia di basilico. Nel frattempo  sbucciate la zucchina con un pelapatate e fatela a pezzetti non troppo piccoli che aggiungerete al resto e lasciate cuocere per circa un quarto d'ora a mezzo coperchio, controllate ogni tanto se il tutto è abbastanza umido (dipende da quanta acqua produce la zucchina). Quando la zucchina sarà cotta salate e a questo punto avrete due possibilità, o allungate ulteriormente con del brodo o dell'acqua per poi cuocervi la pasta e avrete la minestra, o fate cuocere separatamente della pasta che una volta cotta salterete insieme alla zucchina con una spolverata di formaggio. In tutti e due casi completate con del basilico.

1 commento:

  1. Curiosissima della tua versione al forno! :)
    Anche a casa mia si mangia come contorno, ma essendo una "pastara" senza speranze ho preferito la versione minestra. Sul serio intanto t'incollo tra i miei feed ma se ti dovesse capitare di postare il tortino di cui parlavi fammi un cenno! Piacere di conoscerti...mi piace il tuo blog! ;)
    Baci a presto!

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget