lunedì 27 aprile 2015

amici vegetariani e…timballo d'anelletti al sugo "finto"





















Mi perdonino gli amici palermitani, soprattutto i puristi, ma tra gli amici più cari ho un discreto numero di vegetariani e poi, a dirla tutta, mi piacciono le sfide: come rendere comunque appetitoso e gustoso un piatto in cui il sapore della carne ha sicuramente un ruolo importante? Io il sugo di carne lo faccio aggiungendo al tritato un po' di salsiccia al finocchietto, l'alloro, le carote, la cipolla e un'idea di sedano. Per il nostro amico vegetariano possiamo riproporre il sugo con gli stessi aromi, i "gusti" appena elencati, ma omettendo la carne. Vi stupirete della capacità evocativa di alcuni sapori e di come il nostro palato sia facilmente ingannabile; in effetti, l'industria alimentare ha posto le basi della sua spregiudicata fortuna proprio su questa nostra propensione alla suggestione.
Torniamo alla ricetta, dunque! Su su, mettete via le vostre facce tra il perplesso e il diffidente e provate questa mia ricetta.

Timballo di anelletti al sugo "finto"

400g di anelletti
2 cucchiai di concentrato di pomodoro (strattu)
500g di passata
un cucchiamo di semi di finocchio
2 foglie di alloro
una cipolla piccola
due carote
una costa piccola di sedano
1 dito di vino rosso
2 melanzane
2 zucchine
2 uova sode
250g di provola ragusana
50g di caciocavallo ragusano grattugiato
pangrattato
olio
sale
Preparate le melanzane: fatele a fette, salatele e lasciatele spurgare in un colapasta con un peso sopra.
Nel frattempo preparate il sugo: tagliate sottilmente la cipolla, a pezzetti la carota e il sedano e con un po' di olio, l'alloro e i semi schiacciati di finocchio, mettete tutto in un tegame. Fate soffriggere leggermente, circa 5 minuti e poi sfumate con il vino. Aggiungete il concentrato, diluito in acqua calda, con la passata e lasciate cuocere a mezzo coperchio per 20 minuti; controllate che il sugo non si asciughi troppo, in tal caso aggiungete acqua calda: dovrà risultare un sugo non troppo denso.
Tagliate a fette o a dadi grossi le zucchine.
Cominciate a friggere le melanzane e le zucchine. Una volta fritte, tamponatele bene per togliere l'olio in eccesso.
Lessate gli anelletti e conditeli con il sugo, ormai pronto, e il formaggio grattugiato.
Accendete il forno a 180°C.
Ungete una teglia e cospargete per bene il pangrattato. Fate uno strato di anelletti e mettete le verdure fritte, le uova sode a spicchi, pezzetti di provola. Terminate con il resto della pasta, avendo l'accortezza di rivestire anche le pareti della teglia. Ungete la superficie e cospargetela di pangrattato.
Mettere in forno e aspettare 20/ 25 minuti. Una volta tolto dal forno il timballo lasciare intiepidire e poi sformare.
Questa ricetta la trovate pure su SicilyMag.it


1 commento:

  1. perdonino anche a me per qualche sto per dire: (i puristi mi sono antipatici…) meraviglioso il tuo piatto!!!!

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget