lunedì 20 gennaio 2014

corsi di cucina siciliana e…budino di ricotta alla cannella, mandorle e cacao




































non ci posso credere, sono riuscita a scrivere un post solo dopo 13 giorni! Se continuo così potrò recuperare?
Scherzi a parte, parliamo di cose serie, cioè di quanto sia buono, facile e di sicuro successo questa ricetta.
L'ho da poco inserita nel mio corso di Cucina siciliana. Avevo delle perplessità in proposito, perché troppo facile e non credo vi sia di traccia di queste ricette nei libricini e ricettari di famiglia ma, del resto, racchiude parte delle mie memorie olfattive e ingredienti tipici di questa zona, magari tra un secolo, grazie a me, entrerà a farne parte, si sa io precorro i tempi. Del resto, ho solo dato una forma a quella meravigliosa merenda estiva che mia madre ci preparava: ricotta montata con lo zucchero e cannella o, a volte, aromatizzata con un goccio di caffè o con della cioccolata di modica grattugiata. Si preparava dopo pranzo, in modo che avesse il tempo di raffreddarsi per bene per l'ora della merenda.
Ieri ho tenuto un corso ai miei ospiti americani, davvero carini e simpatici e nonostante la lingua inglese sia per me un po' ostica, siamo riusciti a trascorrere una bellissima giornata e soprattutto, soddisfazione più grande, è stato vedere i loro occhi felici e entusiasti.
Adesso passiamo alla ricetta:

Budino di ricotta

500g di ricotta vaccina del giorno prima
150 ml di latte
8 g di gelatina in fogli
70 g di mandorle
2 cucchiaini di cannella
90 g di zucchero
2 cucchiaini di cacao amaro
3 cucchiaini di zucchero a velo

Mettete a mollo i fogli di gelatina in acqua fredda. Nell'attesa che si ammorbidiscano, montate con una frusta, la ricotta con lo zucchero e la cannella. Scaldate il latte in un pentolino. Strizzate per bene i fogli di gelatina e scioglieteli nel latte caldo. Mescolate bene affinché non rimangano pezzi di gelatina e unite il tutto al composto di ricotta, mischiate per bene e mettete tutto in uno stampo da budino da 0,75 l. Riponete nella parte più fredda del frigo e aspettate almeno 4 ore.
Al momento di servire, preparate un piatto in cui sformerete il budino e una ciotola in cui verserete dell'acqua calda. In essa immergerete lo stampo così faciliterà l'operazione di estrazione.
Nel frattempo il nostro budino si prende un bagno caldo, noi tritiamo grossolanamente le mandorle con l'aiuto di un coltello, le tostiamo e le poi le avvolgiamo in una pioggia di cacao amaro e zucchero a velo. Sformate il budino sul piatto, ricopritelo di mandorle e servite.





7 commenti:

  1. My God che bontà! io sono assolutamente fautrice che le ricette più sono semplici, con pochi ingredienti, più sono buone! brava è anche bella da vedere :-)

    RispondiElimina
  2. Elisa, basta con questa tentazione continua, bisogna che qua ci organizziamo per bene: tu con queste ricette non fai altro che stuzzicare la mia immaginazione sulle tue tradizioni che già mi tentano tanto!Vorrei tanto che la Sicilia me la raccontassi tu e sto pensando di raggiungerti presto e non sai quanto mi piacerebbe anche frequentare un tuo corso!!!!CI sentiamo presto per fissare una data!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @batù, grazie!! e non posso che condividere e sottoscrivere

      @Laura ma dai, fai un salto e divertiamoci insieme!

      Elimina
  3. Adoro la ricotta...La metterei ovunque...Questo budino è proprio buono!!!

    RispondiElimina
  4. Che delizia il tuo budino!!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Monica, provalo e fammi sapere!

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget