venerdì 30 novembre 2012

pizza addicted e...pizza con pomodorini, rucola e crescenza





















Uno dei miei problemi è il mio sviscerato amore per la pizza, quella buona, ovviamente.
Ho la fortuna di avere dell'arzillo lievito madre ormai da molti anni. All'inizio lo usavo prevalentemente per fare il pane, poi scoprii l'uso del lievito madre per la pizza e lì iniziò la fine.
Ogni rinfresco, circa ogni settimana, è Pizza. Il pane non lo faccio più, in compenso sforno almeno 2 teglie grandi di pizza di cui una riesco a mangiarla nell'arco di 24 ore: comprenderete la drammaticità?
A qualsiasi ora del giorno prendo un pezzetto di pizza, che sia a colazione, a pranzo, a merenda, a cena,   per la buona notte... L'altra teglia la distribuisco tra gli amici ma solo perché ancora alberga in me, non tanto la generosità, quanto un minimo di amor proprio :-))))
A voi la versione con pomodorini, pochissima mozzarella con aggiunta, appena sfornata, di "fiocchi" di crescenza e rucola.
Nell'ultima settimana ho fatto una bella esperienza di cui vi racconterò nel prossimo post che spero di scrivere con più calma. Adesso vado di fretta, vi posso solo anticipare che ho conosciuto una delle mie blogger preferite e...al prossimo post!!
Intanto approfitto per ringraziare Vale di Una fetta di Paradiso per avermi donato un premio davvero carino. Grazie!!

Pizza con pomodorini, mozzarella, crescenza e rucola

300 g di farina 0
150 g di lievito madre rinfrescato la sera prima
acqua
sale
olio evo

700g di pomodorini
basilico
150g di mozzarella
200g di crescenza
1 mazzetto di rucola


Sciogliete in una grande ciotola il lievito madre con dell'acqua tiepida e il sale (a differenza del lievito di birra, il lievito madre non patisce il contatto diretto con il sale). Aggiungete la farina e tanta acqua da ottenere un impasto molto morbido, molle. Unite dell'olio, circa un cucchiaio abbondante e lavorate affinchè non si sia ben amalgamato. Coprite e lasciate riposare nel forno spento ma con la luce accesa e un pentolino d'acqua bollente. Aspettando il raddoppio dividete i pomodorini a metà e conditeli con un giro d'olio, basilico e un pizzico di sale.
Preriscaldate il forno al massimo della temperatura. Nel frattempo ungete la teglia e sistemate la pasta aiutandovi con le mani che avrete leggermente unto. prendete i pomodorini e la mozzarella e sistemateli per bene. Fate riposare una ventina di minuti e infornate nella parte più bassa del forno. Dopo 20 minuti dovrebbe essere pronta, dipende dal proprio forno. A questo punto lasciate riposare qualche minuto e arricchite con piccoli ciuffetti di crescenza e abbondante rucola.


12 commenti:

  1. Ciao Elisa, che pizza!!! Ho anch'io il lievito madre,che custodisco con cura. Mi permetto di chiederti un consiglio, prima di fare la pizza il lievito va rinfrescato il giorno prima e lascaiato a temperatura ambiente? Io ho fatto così e l'indomani dopo avere impastato il tutto, ho coperto la pasta con una pellicola e messa in frigo per 24 ore. L'indomani dopo averla lavorata e stesa e riposata per altre 2 ore, finalmente in serata era pizza, un po' croccante ma buona. L'indomani era + morbida. Scusami se sono stata prolissa, ma chiedo aiuto a chi è + competente. Un caro saluto

    RispondiElimina
  2. come ti capisco, anch'io mangerei pizza a colazione, pranzo, cena e merenda :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo, anch'io faccio così: rinfresco il giorno prima. Lascio a temperatura ambiente tutta la notte e la mattina lo utilizzo per l'impasto che lascio lievitare fino al raddoppio e poi procedo come ho già descritto. Io non resisto (troppo golosa) ad aspettare 24 ore secondo il metodo Bonci. Però prima o poi proverò perché la maturazione conferisce sicuramente una consistenza ancora migliore...
      Un caro saluto a te!!


      @La Ucci, siamo condannate, sob!!!

      Elimina
  3. Ciao, che buona questa pizza.
    Mi sono unita tra i tuoi lettori!!!!

    RispondiElimina
  4. ciao, questa pizza è una tentazione, poi io ho una grave dipendenza dalla pizza...cerco di smettere ma quando vedo queste ricette, non resisto....
    Baci
    Coscina di Pollo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Monica, grazie della visita! farò un salto da te...a dopo!!


      @Sorrisone, credo non ci sia scampo!! :-)))Bacissimi!

      Elimina
  5. Cara Elisa, come ti capisco, anche io mangerei pizza a tutte le ore! Quella fatta in casa non ha rivali!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Elisa! Ma lo sai che questa sera anche noi siamo andati di pizza, la solita però quella che non ancora incontra il tuo buon lievito madre ;-) ma lo sai che non vedo l'ora di riavere un'opportunità come quella del nostro lunedì?che piacere!Un bacio grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Rita, vedo dai vari commenti che non sono la sola ad avere questa forma di dipendenza da pizza, soprattutto quella fatta in casa, a me basta il profumo che si spande per casa e già sono più felice!!!

      @Laura, stai tranquilla che prima o poi un po' del mio lievito madre incontrerà la tua pizza...replicare l'incontro di lunedì mi sembra un ottima motivazione per fare un salto a Roma!! È stato un piacere immenso...! Un grande abbraccio!!

      Elimina
  7. Buongiorno, cara signorina Bucciadilimone.
    Si potrebbero avere maggiori informazioni sul corso?

    Baci!

    L'amico Ben

    RispondiElimina
  8. Ciao Elisa, tanti auguri di Buon Natale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, come stai? Auguri anche a te!
      Un caro saluto!

      Elimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget