venerdì 20 maggio 2011

un po' di Svizzera


Oggi vi posto una ricetta arricchita da un ingrediente che arriva da lontano grazie alla gentilezza dei miei parenti svizzeri che saluto calorosamente e ancora ringrazio per il dono da me tanto apprezzato. Io adoro i caprini ma a queste latitudini non se ne trovano e quando mi trovo in giro per il nord italia ne faccio incetta, sono tutti miei!!! Dopo averli gustati in purezza, con un po' di olio e pepe, su un crostone di pane passato al grill, ho pensato bene di utilizzarli come completamento capace di caratterizzare un semplice anche se alquanto dignitoso, per gusto e aroma, passato di finocchi. Sono caprini prodotti in alpeggio, sul Monte Generoso, in Ticino, dove le caprette scorrazzano felici a brucare erbette e fiori di montagna così il loro  latte e di conseguenza il formaggio con esso prodotto, assume  un gusto intenso e aromatico che difficilmente si riscontra nei caprini dozzinali da supermercato.


Passato di finocchi con caprino

4 finocchi
2 patate
1/2 litro di brodo vegetale
un cipollotto
delle mandorle a scaglie
pepe nero macinato al momento
caprino

mondate le verdure, affettate i finocchi e il cipollotto e fate a dadi le patate, mettete tutto in una casseruola, aggiungete il brodo e portate a cottura. lavorate il caprino e fatene delle quenelle che andrete ad appoggiare sulla zuppa passata al mixer in scodelle individuali. cospargete di mandorle che avrete fatto tostare e di pepe.
Voilà un piatto semplice, veloce e completo dal punto di vista nutrizionale.
Se non si può reperire il caprino, una buona ricotta di pecora può sostituirlo, ma mancherà la consistenza e quel sapore pungente che solo il caprino può dare.

Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget