giovedì 2 febbraio 2012

Wislawa Szymborska
























Mercoledì è mancata la poetessa Wislawa Szymborska. Non leggevo le sue poesie da anni e mi sono resa conto solo in questi giorni, alla notizia della sua morte, di come mi siano mancate! Ciò che colpisce della sua scrittura è la leggerezza e nel contempo la profondità dei suoi versi. Spesso parlano di cose quotidiane, all'apparenza banali, ma attraverso il suo sguardo diventano simboli, rappresentanti riflessioni universali, non più ancorate alla realtà che raccontano! Grande personalità, dai tratti gentili e delicati, come i suoi occhi e i suoi versi. La sua ironia, che non trascendeva mai nel cinismo quando trattava temi come la morte e l'amore, la freschezza delle sue parole, che lievi descrivevano momenti, situazioni comuni della vita, mancheranno a chi, giorno per giorno, cerca nel quotidiano delle piccole e grandi cose il senso dell'esistenza.


La cipolla
La cipolla è un'altra cosa.
Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
Fino alla cipollità.

Cipolluta di fuori

Cipollosa fino al cuore.

Potrebbe guardarsi dentro

Senza provare timore. 

In noi ignoto e selve,

Di pelle appena coperti,

Interni d'inferno

Violenta anatomia
.
Ma nella cipolla - cipolla

Non viscere ritorti.

Lei piú e piú volte nuda

Fin nel fondo e cosí via.

Coerente è la cipolla,

Riuscita è la cipolla.

Nell'una ecco sta l'altra,

Nella maggiore la minore,

Nella seguente la successiva,

Cioè la terza e la quarta.

Una centripeta fuga.

Un'eco in coro composta

La cipolla d'accordo

Il piú bel ventre del mondo.

A propria lode di aureole

Da sé si avvolge in tondo.

In noi - grasso nervi vene

Muchi e secrezione.

E a noi resta negata

L'idiozia della perfezione.




8 commenti:

  1. ti confesso che non la conoscevo, mi vado a cercare qualcosa...grazie!
    buon we

    RispondiElimina
  2. non conoscevo questa poetessa polacca e grazie a te per avere presentato in maniera concisa, ma profonda il profilo di questa autrice. Sto leggendo Nazim Hikmet. Tu come vedi il senso dell'esistenza, che cosa rappresenta, come lo vivi? A presto leggerti e un caro saluto
    Ilde

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domanda che richiede una risposta articolata...difficile da dare così, scrivendo un post, però sicuramente l'apprezzare le piccole cose positive aiuta ad accettare le situazioni più difficili e che ci costringono a porci la fatidica domanda Perchè? che senso ha?...questo è quello che posso scriverti qui, sarebbe bello potersi confrontare in maniera più approfondita!!!
      elisa

      Elimina
    2. Condivido, per me è pure vivere in armonia con gli altri e con la natura. A volte le piccole cose positive le abbiamo sotto gli occhi....ma non le vediamo. La vita mi ha insegnato a stare attenta, guardare bene dentro le piccole cose positive o negative che siano. Una buona serata.
      Ilde
      9/feb 2012

      Elimina
  3. NON LA CONOSCEVO NEANCHE IO.. ma dalla poesia mi incurisisce molto!
    grazie per avercela fatta conoscere :)

    RispondiElimina
  4. Grazie questo post è bellissimo!Anche per me è ignota questa poetessa, proverò a recuperare cercando qualcosa di lei.Grazie ancora!

    RispondiElimina
  5. @Gio - @Ilde - @Vale-@il gambero russo sono contenta che vi sia piaciuta e spero che approfondendo vi piaccia ancora di più!
    Siete molto gentili!
    un caro e affettuoso saluto
    elisa

    RispondiElimina
  6. una poesia bellissima, peccato non averla conosciuta prima...ma recupererò!
    ciao e piacere di conoscerti :)
    Valeria

    RispondiElimina

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget