Pesto di asparagi profumato al limone





















Eccoci! è passato un mese, è volato via. 
Rientro sul blog con una ricetta fresca e che preannuncia la primavera.

Se vi chiederete cosa è successo in questo mese beh vi dico subito che ho viaggiato e ancora adesso non sono tornata.

Partita per Torino, da lì mi sono poi spostata a Londra per una settimana ospite di una deliziosa coppia di miei ospiti del tempo del b&b: aprire le porte della mia casa è stata la cosa più bella che abbia mai fatto! 
Non so se si possa definire lavoro (nonostante la fatica inevitabile) ma è stato fantastico proprio per la qualità dei rapporti che mi ha permesso di creare. 
Bellissime persone sono entrate nella mia vita attraverso il cancello del cortile. Oggi quel cancello e quel cortile non ci sono più e c'è ancora tantissima amarezza e nostalgia legati a essi, ma è rimasto tutto il resto: le persone meravigliose che da lì sono passate, la vera ricchezza!

Ritorniamo alla nostra ricetta, fresca e facile e tanto delicata, perfetta anche per una cena raffinata.
Protagonista gli asparagi, quelli coltivati, che come raccontavo in questa ricetta molto colorata, ho scoperto in età quasi adulta.

Gli asparagi mi piacciono molto, come del resto tutte le verdure che hanno qualcosa di amaro. 
Questo aspetto mi richiama in automatico l'aroma fresco della buccia del limone che, secondo me, ben accompagna l'amaro e fa da ponte alla dolcezza delle mandorle e alla sapidità delicata del grana padano. Ecco come mi è venuto in mente questo pesto di asparagi profumato al limone.

É ottimo per la pasta ma anche su dei crostini, come del resto, in accompagnamento a del pesce al vapore o per vivificare una semplice, e sempre triste, fettina di pollo alla piastra!



















Pesto di asparagi profumato al limone

300g di asparagi
60g di mandorle pelate
un cucchiaio raso di scorza di limone grattugiata
80g di grana padano
mezzo spicchio d'aglio senza il germoglio
olio evo quanto basta
sale
pepe nero

Portare a ebollizione dell'acqua in una pentola che possa contenere gli asparagi interi. (meglio cuocerli interi altirmenti assorbono troppa acqua)
Da ogni asparago togliete la parte più legnosa (i primi due cm circa) e poi, con un pela patate, sbucciate il resto del gambo senza arrivare alla parte più tenera e alle punte. Quest'ultime mettetele da parte che possono servire per guarnire il piatto.

Salte l'acqua e immergete i gambi. quando questi risulteranno morbidi, unite le punte che cuoceranno in pochi minuti.

Lasciate raffreddare gli asparagi.
Tostate leggermente le mandorle.
Nel boccale del mixer mettete le mandorle, il gran e l'aglio. Date un primo giro fino ad avere una granella. Unite la scorza di limone con gli asparagi fatti a rondelle.
Date qualche giro e cominciate a unire l'olio: la quantità dipende dal vostro gusto!
Unite del pepe, aggiustate di sale e il vostro pesto è pronto.










Commenti

  1. Chissà con gli asparagi spontanei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, la mia pasta agli asparagi selvatici prevede una pioggia di scorza di limone grattugiata :-)

      Elimina

Posta un commento