giovedì 31 dicembre 2015

di Auguri di Buona Anno, di riflessioni amare ma non troppo ... e torta al cacao, noci e melagrana

L'anno che sta per salutarci è stato per me un anno di cose e persone da lasciare andare, perché le delusioni sono state grandi e forti e, per non vivere nell'amarezza e nella rabbia, l'unica via è lasciare andare e volgere lo sguardo avanti, perché la vita, nel suo svolgersi ineluttabile e inesorabile, con tutte le sue magie, inganni e illuminazioni ha bisogno di spazio.
Solo con un certo distacco si è in grado di cambiare la prospettiva, di sovvertire le scale di valori e a tale proposito la mia riflessione di quest'ultimo giorno del 2015 è su quanto la mancanza di rispetto e onestà conduca, chi in tale mancanza persevera, a uno status ridicolo e grottesco, scomposto e pietoso.
Per augurarvi un felice anno nuovo ho pensato a questa torta, buona per il cacao e per le noci, di buon auspicio per i chicchi di melagrana che sono simbolo di ricchezza e fertilità, inoltre il loro gusto un po' acidulo e asprigno si sposa bene con gli altri due ingredienti.
Ottima per questi giorni di festa, per un tè pomeridiano in cui invitare gli amici e scambiarsi gli auguri, una torta semplice che piacerà a tutti.

Torta al cacao, noci e melagrana

210g di farina 00
90g di caco amaro in polvere
100g di gherigli di noci
150g di zucchero
3 uova
12g di lievito per dolci 
90g di burro
zucchero a velo
50ml di latte intero
chicchi di mezza melagrana


Accendete il forno a 180°C. Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare.
Montate le uova con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso e chiaro. Aggiungete la farina e il cacao setacciati con il lievito. Amalgamate bene e aggiungete il latte e subito dopo il burro ormai raffreddato. Unite le noci che avrete tostato leggermente e versate il composto in una teglia di 24cm di diametro, livellate e infornate.
Dopo 30 minuti controllate con lo stecchino e eventualmente tenete ancora in forno.
Una volta raffreddata, cospargete di zucchero a velo e chicchi di melagrana.

lunedì 21 dicembre 2015

chiamala se vuoi cheese cake e...dolce di ricotta e cachi alle nocciole e Buon Natale




































Vivo in una zona della Sicilia dove la ricotta è un ingrediente impiegato per molti piatti.
La ricotta utilizzata è vaccina a differenza di altre zone dove è utilizzata quella di pecora, infatti i dolci più famosi della tradizione siciliana, cassata e cannolo, sono confezionati con questo tipo di ricotta.
Nel ragusano, data l'alta concentrazione di allevamenti bovini, anche le ricette siciliane per eccellenza vengono preparate con la ricotta di mucca con un risultato finale di maggiore delicatezza dato anche dall'impiego ridotto di zucchero perché non è necessario contrastare il sapore forte e deciso tipico della ricotta di pecora.
La si usa sia per il dolce che per il salato: per i ravioli di ricotta e maggiorana, per le scacce, la facciamo fritta, ci condiamo la pasta, ci farciamo le lasagne, ci faccio un budino ecc. ecc.
La ricetta che vi propongo potrebbe risultare una buona soluzione per i menù delle feste perché semplice, veloce e d'effetto chiude benissimo un pranzo o una cena impegnativi senza appesantire ulteriormente.
Ho preso spunto dal famoso dolce newyorchese ma non me la sentirei di chiamarla cheese cake in quanto la ricotta non è proprio un "cheese" anche se non conosco un termine anglosassone che classifichi latticini tipo la ricotta.
Comunque sia, vi dico solo che la ricotta anche questa volta non mi ha deluso, sia per la consistenza che conferisce all'intera preparazione sia per l'abbinamento con gli altri ingredienti.
Ah, dimenticavo Auguri di Buone Feste a chi passa da qui, siete in tanti anche se silenziosi


Dolce di ricotta e cachi alle nocciole

4 cachi maturi
2 fogli di gelatina
400g di ricotta vaccina
1/2 bacca di vaniglia
250g di biscotti
200g di nocciole
2 cucchiai di miele d'arancio
25g di burro

Mettete in ammollo in acqua fredda la gelatina. Pelate i cachi e metteteli in un tegame assieme alla metà dei semini della bacca e alla bacca stessa. Spegnete quando avrete ottenuto una composta profumata e aggiungete la gelatina ben strizzata. Mescolate bene e velocemente.
Montate la ricotta con il miele e l'altra metà dei semini.
Tosate le nocciole e tritatele grossolanamente.
Sbriciolate i biscotti e uniteli a 150g di nocciole assieme al burro. Lavorate rapidamente il composto e stendete, su della carta forno, a uno spessore di circa un dito. Lasciate raffreddare in frigo per 10 minuti.
Trascorso il tempo necessario, riprendete l'impasto e suddividetelo in 10/12 dischetti ritagliati aiutandovi con il bicchiere da liquore che avrete scelto.
Mettete ogni dischetto nei singoli bicchierini, aggiungete un po' di ricotta e completate con la composta di cachi. Mettete in frigo e tirate fuori i bicchierini 20 minuti prima di servirli aggiungendo in cima a ogni bicchierino, un po' di nocciole messe da parte precedentemente.

Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget