sabato 11 ottobre 2014

atmosfere autunnali con instagram e… muffin fichi, mandorle e uvetta






























Mi perdonerete di aver messo una foto di Instagram? Sono sicura che foodblogger seri non userebbero mai questo "mezzuccio" per le foto da pubblicare sul blog. Del resto, io non mi reputo una food blogger seria e quindi spero di non urtare la sensibilità di chi questo lavoro lo fa con tutt'altro spirito dal mio, dedicando tempo, energie ed esprimendo al massimo la propria creatività e il proprio talento.
Da un po' mi diletto con quest'ultima diavoleria che permette a un'incapace come me, fornita di un telefonino assai mediocre, di fare delle foto appena accettabili previo passaggio attraverso gli strumenti e vari filtri di questa applicazione.
In questo caso, Instagram, mi è stato di aiuto per dare un'atmosfera capace di evocare le prime piogge, l'odore della legna nel camino, il profumo di un tè caldo e ristoratore, pronto per essere bevuto mentre un libro ci aspetta, poggiato sul divano, dove comodi, guarderemo fuori dalla finestra le foglie degli alberi cadere, il loro colore arancione, rosso, giallo spargersi a terra come coriandoli. Ecco, tutto quello appena descritto qui alle mie latitudini non avviene, l'autunno è assai diverso. Diversi colori, temperature e profumi. Fa caldo e ancora si può andare al mare, il cielo è azzurro e, a parte qualche tromba d'aria ogni tanto, nulla fa pensare all'autunno. Tra l'altro, qui nel paesaggio circostante, non vi sono alberi le cui foglie cadono, carrubi e ulivi sono sempreverdi, fatta eccezione per i mandorli, le cui foglie, però, cadranno più in là. Le prime piogge hanno fatto spuntare i primi ciuffi d'erba, tutto ricomincia a diventare verde così da rimpiazzare il giallo secco e dorato, colore dominante dei paesaggi estivi. Il nostro autunno ha un paesaggio estivo nordico, verde lussureggiante punteggiato dai primi fiori spontanei, variopinti che rimarranno durante tutto l'inverno.
Eppure anche noi abbiamo i fichi, i melograni, le prime zucche e sappiamo che presto i pomodori coltivati in pieno campo non li troveremo più. L'uva per il vino è stata già raccolta e l'odore del mosto si sente nell'aria. Cominciata la raccolta delle olive presto si prepareranno le zuppe per accogliere l'olio appena franto, profumato e denso.
Allora vi lascio la ricetta dei miei muffin preferiti fotografati con una farlocca atmosfera autunnale

Muffin, fichi, uvetta e mandorle

300g di fichi
una manciata di uvetta
150g di farina 00
100g di mandorle tritate
1/2 bustina di lievito per dolci
70g di zucchero bianco
50g di zucchero di canna
1/2 bacca di vaniglia o 2 cucchiaini di concentrato di vaniglia
2 uova
70g di burro
150g di yogurt bianco intero
mandorle a lamelle

Accendete il forno a 170°C. Fondere il burro e fate raffreddare. Mettete a bagno l'uvetta. Fate a pezzetti i fichi (io ho lasciato la buccia perché sottile e mi piace), metteteli in un tegame con lo zucchero di canna, la vaniglia e un cucchiaio d'acqua. Fate scaldare un po' fino a quando lo zucchero non si scioglie e sembra caramellare. In una terrina mischiate tutti gli ingredienti secchi: farina, mandorle, lievito e zucchero bianco. In un'altra terrina rompete le uova, aggiungete un pizzico di sale, sbattete leggermente e aggiungete lo yogurt e a il burro fuso ormai raffreddato, mescolate.
Nella terrina con gli ingredienti secchi versate quelli liquidi, mescolate molto velocemente e aggiungete i fichi e l'uvetta strizzata. Riempite i pirottini nello stampo da muffin, decorate con le mandorle a lamelle e infornate per una ventina di minuti.






Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget