domenica 24 aprile 2011

Ricordo di casa Moncada e Auguri di Pasqua

Come vi ho già detto nel post precedente, i miei ricordi culinari sono legati alla figura di mia nonna la cui vena 'cuochifera' raggiungeva vette estreme in occasione delle festività. quale occasione migliore per augurarvi Buona Pasqua con un post dedicato a un  mio ricordo da bambina? 

martedì 19 aprile 2011

Perchè


Perché nasce questo blog? 
per mettere ordine tra le tante ricette sparse tra foglietti volanti, ritagli di giornali, riviste e libri di cucina, pagine web di generose food blogger, labirinti della mia memoria sempre meno affidabile. 
Per condividere esperienze, magari non solo culinarie, capaci di dare emozioni, nel bene e nel male: il blog è uno spazio per sé ma aperto al mondo! 
Perché questo titolo?
la mia cucina è fatta di ricordi soprattutto olfattivi, che risalgono alla mia infanzia e al breve tempo che trascorsi con mia nonna, figura piccola e delicata, che amava cucinare e di cui in seguito ho trovato tanti appunti, sparsi qua e là, dalla grafia minuta e precisa e libri di cucina alcuni di essi risalenti all'800. Nonna Maria utilizzava molto gli aromi del giardino e i suoi piatti li riconoscevo, ancor prima di sbirciare in cucina, dal loro profumo che si propagava per casa. La merenda che spesso  preparava era la crema con la buccia di limone, ricetta tanto semplice nell'esecuzione quanto ricca di gusto, l'importante, diceva, era utilizzare la scorza di limoni appena raccolti la cui fragranza si diffondeva e persisteva per delle ore, magari in pomeriggi un po' noiosi o tristi che subito venivano rianimati da quest'aroma fresco e vivace.


Oggi preparo spesso questa ricetta come delicato dessert, magari vi 'annego' dei biscotti secchi o l'accompagno con un coulis di fragole o lamponi ed è sempre apprezzata anche perché, per molti dei miei amici è l'equivalente delle madeleines di proustiana memoria (la crema di latte, in passato, era una merenda piuttosto diffusa).

Al di là della crema, utilizzo la scorza di limone in molti piatti, dà quel tocco di freschezza, lieve ma al contempo intenso, capace di rendere insolito anche un semplice piatto di pasta.


crema di latte con la buccia di limone
           uuuuuuuuuu
1 litro di latte intero
5 cucchiai di zucchero
80 g di amido
la scorza di un limone grande o di due piccoli
          uuuuuuuuuuu
stemperare l'amido con il latte freddo fino a quando si è ben sciolto. Aggiungere lo zucchero, mescolare e unire la scorza del limone. mettere sul fuoco e cominciare a girare fino a quando la crema non velerà il cucchiaio. ritirare dal fuoco e versare o in contenitori individuali o in una terrina. si può servire appena tiepida o, lasciata riposare per un paio d'ore in frigo, si può 'sformare' come un budino.





Linkwithin

Si è verificato un errore nel gadget